Dipartimento di Giurisprudenza

Estudio General y Universidad Primaria Turritana A.D. 1632
Università degli Studi di Sassari

Programmi insegnamenti A.A. 2020/2021

Aggiornamento testo di riferimento DIRITTO PENALE II e DIRITTO PENALE COMMERCIALE - Prof.ssa Goisis

DIRITTO PENALE II: Si informano gli studenti interessati che il testo di riferimento del corso di Diritto penale II è il seguente: si consiglia l'adozione di Fiandaca-Musco, Diritto Penale, Parte Speciale, Volume II, tomo I, I delitti contro la persona, Zanichelli, 2020, pp. 1-481. 

Per gli studenti frequentanti il corso il materiale giurisprudenziale verrà fornito a lezione. 

 

DIRITTO PENALE COMMERCIALE: Si informano gli studenti interessati che il testo di riferimento del corso di Diritto Penale commerciale è il seguente: si consiglia l'adozione del testo di N. Mazzacuva-E. Amati, Diritto Penale dell'economia, Cedam, 2020.

Per gli studenti frequentanti il corso il materiale giurisprudenziale verrà fornito a lezione. 

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO - DIRITTO CIVILE Contatto di riferimento

Si informano gli studenti interessati che il Dott. Fadda (e-mail: massimiliano.fadda77@gmail.com), collaboratore alla cattedra di Diritto privato e di Diritto civile, dà la propria disponibilità a seguire gli studenti che necessitino di assistenza per la preparazione degli esami di Diritto civile e di Istituzioni di diritto privato. 

Aggiornamenti relativi al programma di Mediazione e conciliazione - Prof.ssa G.M.A. Foddai

Esami di Mediazione e conciliazione: Si avvisano tutti gli studenti interessati che, a partire dall'appello del prossimo tre dicembre 2020, il programma d'esame andrà integrato con la preparazione della dispensa, dal titolo "Corso di Mediazione e conciliazione. Appendice normativa. Testi e commenti. 2020-2021" disponibile sulla piattaforma Teams, Corso di Mediazione e conciliazione 2020-2021.

Aggiornamenti relativi al programma diritto processuale penale - Prof. Silvio Sau

Si segnala all'attenzione degli studenti interessati che la Corte costituzionale con  la recentissima sentenza  20 ottobre 2020, n. 218, ha, dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 512, comma 1, cod. proc. pen., per violazione dell’art. 3 Cost., «nella parte in cui non prevede che, alle condizioni ivi stabilite, sia data lettura delle dichiarazioni rese al giudice per le indagini preliminari in sede di interrogatorio di garanzia dall’imputato di un reato collegato a norma dell’art. 371, comma 2, lettera b), che, avendo ricevuto l’avvertimento di cui all’art. 64, comma 3, lettera c), sia stato citato per essere sentito come testimone».

La sentenza è scaricabile dalla Rivista on line   “Sistema penale” dove è possibile trovare anche  un breve commento di Fabrizio D’Arcangelo.